Pubblicato in: Ricerche sul turismo

Nel 2007 boom di visitatori nei parchi divertimento italiani

di patrizia febbraio 19, 2008
5.00 avg. rating (84% score) - 1 vote

Nel paese dove sono raccolte il 40% del totale mondiale di opere d’arte, naturalmente sto parlando dell’Italia, il parco di divertimento di Gardaland attira più visitatori dei suggestivi scavi di Pompei e sta alle calcagna dei Musei Vaticani. Questo è il risultato inatteso delle statistiche fornite dal Ministero dei Beni Culturali, incrociate con i dati della SIAE (Società Italiana Autori ed Editori), sulle vendite dei biglietti per le attività di intrattenimento e spettacolo, in merito all’affluenza nelle località in cui è indispensabile un biglietto per entrare.

Secondo questa ricerca il Colosseo rimane il luogo più visitato in Italia, con 4.454.000 biglietti staccati al 31 ottobre 2007, registrando un incremento del 13% rispetto all’anno precedente, quando i ticket furono 4milioni, seguito dai Musei Vaticani, sempre a Roma, con 4.310.000 presenze. Al terzo posto, a sorpresa, si è piazzato il parco dei divertimenti più famoso d’Italia, Gardaland, adagiato sulle sponde del lago di Garda, vicino a Verona. Le sue oltre quaranta attrazioni hanno richiamato oltre 3milioni di visitatori ed il merito forse è da attribuire anche alla multinazionale del divertimento inglese Merlin Entertainments che ha acquistato il parco nel 2006 ed in breve tempo lo ha portato al quinto posto della graduatoria mondiale dei parchi divertimenti. Nella graduatoria di luoghi a pagamento più visitati nel 2007 il quarto piazzamento è stato ottenuto invece dagli Scavi archeologici di Pompei, con 2.540.000 visitatori, un luogo magico a ridosso del Vesuvio. L’altra grande sorpresa è il quinto posto di Mirabilandia, frequentato da 2milioni di persone nel 2007. Con i suoi 750.000 mq d’estensione, di cui 100.000 dedicati al parco acquatico, è la più grande struttura dedicata all’intrattenimento presente nel nostro paese. La classifica vede poi i piazzamenti della Galleria degli Uffizi con 1.629.000 visitatori, la Galleria dell’Accademia a Venezia che registra 1.290.000 di presenze, Castel Sant’Angelo con 850.000 curiosi e per ultima, la grandiosa Reggia di Caserta con 671.000 avventori.

Nel complesso in ogni caso la cultura e l’arte resistono all’attacco del divertimento: i visitatori dei musei pubblici e privati, dei monumenti, delle mostre e delle aeree archeologiche sono circa 50 milioni ogni anno e vale a dire il doppio di chi si reca nei 139 parchi tematici italiani.

Sullo stesso argomento potresti leggere:

I commenti sono chiusi.