Micronazioni crescono

di patrizia agosto 9, 2007
1.00 avg. rating (44% score) - 1 vote

Hanno nomi quasi fiabeschi e sono sparse in tutto l’emisfero. La Lonely Planet ha dedicato loro persino una guida riconoscendone la crescente importanza e diffusione. Se si cercano su una cartina geografica non si riescono ad individuare perché non sono segnalate. Sto parlando della Micronazioni, paesi che hanno scelto di staccarsi dallo Stato di appartenenza. Le micronazioni hanno territorio, leggi, governi, coniano la loro moneta, stampano francobolli ma non sono riconosciute legalmente e possono essere grandi anche solo come una piattaforma in mezzo al mare o una singola casa. Alcuni fanno risalire l’origine di queste particolari nazioni al 19esimo secolo, come le Isole Cocos. Dalla seconda metà del secolo scorso si è verificata una rinascita delle micronazioni dopo uno stallo durato all’incirca mezzo secolo. E nel 2008 si incontreranno tutti sull’isola croata di Brioni per un summit internazionale.

Wikipedia fornisce un elenco delle Micronazioni disseminate nel mondoIn Italia:

  • Repubblica Esperantista dell’Isola delle Rose (Esperanta Respubliko de la Insulo de la Rozoj)fondata nel 1968
  • Principato di Seborga in Liguria
  • Regno di Tavolara in Sardegna

In Europa:

  • Impero di Coleman (limitato a una roulotte in Inghilterra)
  • Hay-on-Wye (in Galles)
  • Repubblica di KugelMugel (una singola casa a Vienna)
  • Ladonia (in Svezia, dal 1996)
  • Regno di Lovely (un singolo appartamento a Londra)
  • Lundy (in Inghilterra)
  • Principato di Sealand (piattaforma in Inghilterra)
  • Valtio (50 m² in Finlandia)
  • Waveland collocata su Rockall nell’Oceano Atlantico a nord dell’Inghilterra
  • Repubblica di Wendland Libera (Republik Freies Wendland) in Germania
  • Moresnet o Moresnet Neutrale, di fatto coamministrato da Belgio e Prussia

In America:

  • Regno di Araucanía e Patagonia (Sudamerica) – da classificare come micronazione per le modalità di esistenza, ma non per l’estensione, molto vasta
  • Repubblica di Conch (Florida)
  • Repubblica del Fiume Indiano (Republic of Indian Stream) (Nordamerica orientale, 1832-1835)
  • Molossia (Nevada/California)
  • Regno di Redonda (Caraibi)

In Asia:

  • Regno di Umanità (Kingdom of Humanity) (Mar della Cina)
  • Repubblica di Morac-Songhrati-Meads (Mar della Cina)
  • Kalayaan (o Freedomsland) (Mar della Cina)

In Oceania:

  • Aeterna Lucina (Australia)
  • Aramoana (Nuova Zelanda)
  • Regno di EnenKio (Oceania)
  • Principato di Hutt River (75 km² in Australia occidentale, fondato nel 1970)
  • Regno delle Isole del Mar dei Coralli (Oceania)
  • Principato di Marlborough (Australia)
  • Minerva (Oceano Pacifico)
  • Rainbow Creek (Australia)

In più continenti:

  • Impero Aerico (America, Australia, ecc.)

Senza territorio:

  • Atlantium (Australia)
  • Ducato di Avram (Australia)
  • Waveland; lo stesso nome fu usato per Rockall (v. sopra)

Sullo stesso argomento potresti leggere:

  • Vacanze economiche con la guida RoutardVacanze economiche con la guida Routard (0)
    Sono sempre state considerate le guide degli squattrinati e dei giramondo. Nate negli anni '7o dalla mano di Philippe Gloaguen come […]
  • Braies – Secondo giornoBraies – Secondo giorno (0)
    Dopo una notte un po’ agitata, ci svegliamo alle 8. Il cielo è leggermente velato e dalle nubi che corrono si capisce chiaramente […]
  • Cosa vedere a Parigi: consigli utiliCosa vedere a Parigi: consigli utili (6)
    Parigi è una delle città più amate e visitate di tutto il mondo, ma talmente vasta e ricca di cose da vedere che spesso si rischia di […]
  • Il mondo è a portata di indice con Point ItIl mondo è a portata di indice con Point It (1)
    Ho scovato la notizia di questa guida, che sta per arrivare anche in Italia, dopo avere raccolto un successo incredibile all’estero, è […]

Una replica a “Micronazioni crescono”

  1. Mattia ha detto:

    Da poco è stato eletto il nuovo Presidente della Repubblica.

    cordiali saluti