Pubblicato in: Da Vedere

Bahamas: le spiagge rosa di Eleuthera e Harbour Island

di linda agosto 13, 2009
2.00 avg. rating (49% score) - 2 votes

bahamas-eleuthera-pink-sand

Eleuthera (Bahamas) è un’isola particolare, lunga 160 km e larga appena due è attraversata da un’unica strada che ne collega le due estremità. Situata a 80 km a est di Nassau ha una forma quasi a mezzaluna ed è punteggiata da un’infinità di spiagge meravigliose dalla sabbia finissima bianca o rosa o da piccoli sassolini e lambita da un mare con dei colori indescrivibili. I suoi oltre 500 km di costa promettono di accontentare i gusti di qualsiasi amante del mare e della totale pace lontani dal frastuono e dallo stress delle città occidentali o anche solo dei loro litorali.

I suoi insediamenti più importanti (già chiamarli paesi sarebbe un’esagerazione) sono: Governor’s Harbour, capitale amministrativa di Eleuthera, situata a nord del’isola, come Gregory Towwn, Rock Sound, con il vicino OceanHole, una specie di lago collegato al mare da un tunnel sotterraneo, Tarpum Bay, Harbour Island con la sua spiaggia di sabbia rosa lunga 5 km (Pink Sands).

Harbour Island, capitale delle Bahamas prima ancora di Nassau, si raggiunge in dieci minuti di navigazione sbarcando al piccolo villaggio di Dunmore Town, il più antico insediamento dell’isola. Harbour Island è una piccola isola in stile vittoriano dove è piacevole fare una passeggiata tra le sue abitazioni dai colori pastello oppure noleggiare un golf cart e provare un modo diverso di spostarsi.

Il contrasto tra il blu profondo dell’Oceano Atlantico con le sue possenti onde ed il turchese del Mar dei Caraibi con le sue acque placide e tranquille è l’immagine unica e meravigliosa che si può ammirare attraversando il Glass Window Bridge, il punto più stretto di Eleuthera.

Tra le spiagge più belle di Eleuthera sono da annoverare Lightouse Beach, a sud dell’isola, una spiaggia rosa dominata da un antico faro a picco sul mare, Surfer’s Beach che, come suggerisce il nome, è la spiaggia dei surfisti, Ten Bay Beach, una delle spiagge più conosciute ed apprezzate dell’isola. Come tutte le altre isole dell’arcipelago di Bahamas anche Eleuthera offre dei fondali mozzafiato agli appassionati di immersioni. Qui, infatti, si trovano profondi Blue Holes, un’infinità di grotte sottomarine e tantissimi banchi di reef.

Il periodo migliore per visitare Eleuthera e Harbour Island è da novembre a maggio.

Le altre principali isole delle Bahamas sono:

Sullo stesso argomento potresti leggere:

Una replica a “Bahamas: le spiagge rosa di Eleuthera e Harbour Island”

  1. EliZ ha detto:

    Ci sono stata a gennaio con 4 amici! Fantastica, vale la pena il viaggio! Le spiagge sono incredibili, veramente rosa, e si può far tutto, dalle immersioni, al relax, al divertimento nei localini da scovare. L’unico neo è il costo, è abbastanza cara, perchè gli hotel sono pochi e le case in affitto sono bellissime da mal prezzo elevato. Noi siamo stati nella famosa Bahamas Castaway a Double bay, stupenda ma fuori dal mondo.Troppo lontana da tutto. Tornandoci opterei per una vacanza in barca partendo proprio da Eleuthera perchè si vede molto di più dell’ isola e di quelle intorno, non si spende in auto da affittare e benzina oltre che al costo della spesa ( elevato anche quello). Sull’ isola abbiamo conosciuto un ragazzo americano, Ali, che è un bravissimo capitano e ha una meravigliosa barca a vela. Organizza escursioni di una sola giornata ma anche crociere di una settimana e più. Il suo sito è http://www.sailtobahamas.com/ . I prezzi sono ragionevoli e molto più bassi che affittare una casa. Dateci un’ occhiata!!